Home Bruna POGGIONE
Stampa E-mail



Bruna Poggione

 

Nata a San Giorgio Canavese si divide tra la sua terra d’origine e la Val d’Ayas dove risiede. Ex insegnante di scuola dell’infanzia ha trascorso molti anni della sua vita professionale a Montalenghe.

Amante della montagna questa passione ha segnato profondamente la sua vita. Le lunghe escursioni hanno favorito il suo rapporto con la montagna che è stato di silenzio e di fatica, di riflessione e di emozione, di scoperta e di esaltazione. 

Un rapporto esclusivo e privilegiato che l’ha portata a scoprire e conoscere ambienti alpini: dalle cime canavesane e piemontesi a quelle valdostane.

Ma è nel 2010 che realizza il suo sogno: un trekking in Nepal.

L’amore per l’ambiente alpino, l’attaccamento alla sua terra e la passione per i bambini, con cui ha trascorso anni indimenticabili, l’ha portata a realizzare un suo progetto: la preparazione di alcune guide, per bambini, sulle vallate alpine canavesane.

L’obiettivo è quello di avvicinare i bambini, e non solo, all’ambiente montano e alle sue meraviglie.

Con Atene del Canavese nel 2011 ha pubblicato “Donne con le ali”, suo primo romanzo.

 

Bruna PoggioneDonne con le aliValchiusellaValsoanaValle Orco

Bruna Poggione

 

“La notte delle stelle cadenti”, una notte speciale alla quale bambini, giovani e meno giovani affidano i loro sogni, desideri, speranze, confidando nella magia che tutto può e tutto fa avverare…
Il cielo, casa di galassie e di mondi a noi sconosciuti, soprattutto nelle sere più buie e disabitate dalle luci artificiali che provengono dalla città, ci permette di pensare, riflettere, tornare al passato, innamorarsi,“rivedere” qualcuno che non c’è più. E pensate a quanto è bello addormentarsi su un fresco lenzuolo d’erba, lasciandosi avvolgere da un cielo trapunto di stelle! Forse da bambini ci piaceva sdraiarci su un prato per ammirare la volta celeste, simbolica coperta custode dei nostri sogni!
E poi il Piemonte e il Canavese, protagonisti inconsapevoli di questi racconti scritti in italiano ma anche in piemontese, per non scordare mai le nostre origini fatte di momenti, di ricordi, odori e sapori di un passato che rivive e diventa presente e poi futuro, proprio come un album di fotografie riacquista i suoi colori nella memoria di chi ne ripercorre avidamente le pagine.
La scrittura, un modo per parlare di se stessi e per comunicare lasciando un’impronta e affidando un messaggio.
Questi sono stato gli “ingredienti” che hanno alimentato l’idea di un concorso letterario -“La notte delle stelle cadenti” e “La neuit ëd le stèile drocà”-, un modo per incontrare, conoscere, trasmettere, comunicare. Il resto, il desiderio di sfogliare queste pagine, la curiosità di avvicinarsi alla “lenga piemontèisa”, e la voglia di condividere con noi questo percorso, dovrete metterlo voi!
 
Copyright © 2019 Atene del Canavese. Tutti i diritti riservati.
Joomla! è un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.